Ad Maiora. Un cammino lungo 20 anni

Inglese

logo admaiora


Visita il sito web dell’associazione www.associazioneadmaiora.it

Più di 20 anni fa nasce a Verona una delle associazioni culturali più longeve della nostra città: Ad Maiora è un’associazione di promozione sociale che all’inizio degli anni ’90 si costituisce con lo scopo di recuperare tutte quelle arti manuali che in passato erano privilegio del mondo femminile.
Recupero e divulgazione delle arti antiche, attraverso corsi di formazione, incontri di studio e approfondimento, seminari, convegni, l’Associazione si propone di riprendere e sviluppare le tradizioni artigianali femminili, come valore di aggregazione e valorizzazione dell’ambiente familiare, come sostegno alla creazione di microimprese familiari. L’Associazione ha negli anni seguito progetti in Italia e all’estero destinati soprattutto alle donne e ai minori in difficoltà e in collaborazione con altre Associazioni italiane e straniere.

Ideatrice e organizzatrice del Festival biennale Verona Tessile dedicato all’arte tessile, conta più di 100 socie che hanno creato una rete di relazioni, di conoscenze, di amicizia che nasce e si sviluppa nel lavoro comune. Le donne si trovano a lavorare, ognuna porta il suo progetto – un ricamo, un patchwork, un’idea da realizzare – e ne discute con le altre. Fioccano suggerimenti, si aprono dibattiti, si confrontano tessuti, abilità, alternative. Ognuna sa fare qualcosa – dal cucito al ricamo, dalla cucina alla fotografia, dalla grafica alla coltivazione dell’orto; ognuna ha qualcosa da trasmettere alle altre che può aiutare a crescere, a mettersi in relazione. La rete delle donne è molto speciale: si parte sempre da progetti concreti, ci si aiuta anche solo condividendo lavori, gioie e preoccupazioni. E non solo in Italia. La rete delle donne è diffusa in tutto il mondo, ovunque ci sono gruppi, associazioni che condividono il piacere di lavorare insieme per il piacere di stare insieme.

Da sempre scopo dell’Associazione è quello di sostenere con il proprio lavoro, attività di volontariato per situazioni di particolare disagio soprattutto attinenti il mondo femminile e giovanile. Possiamo citare alcuni esempi di passate attività come il sostegno alla Caritas Georgia con un progetto di laboratorio di feltro e tessitura artigianale, con l’invio di fondi alle donne indiane e alle vedove afghane, alla costruzione di attrezzature per un orfanotrofio e scuola in Kenia.
Straordinaria la realizzazione de “La coperta di Giulietta” in collaborazione con il Comune di Verona per la raccolta fondi per Casa di Petra spazio di accoglienza per donne che hanno subito violenza, un’opera gigantesca che ha coinvolto migliaia di donne nella creazione di piccole coperte che accostate hanno invaso piazza Bra nel giorno dell’8 marzo 2017.

Perché c’è sempre qualcuno che ha qualcosa da insegnare e c’è sempre qualcuno a cui il nostro lavoro può essere destinato.

Ad Maiora